Il cinema di oggi

“Il sovraffollamento tecnologico ci distrae e ci inserisce fin dalla tenera età in un sistema governato dai mezzi di distrazione di massa.” Questo, tra i tanti commenti, è stato quello di Giulio al post “La parola ai giovani”. Il cinema è un mezzo potentissimo, ma deve guardarsi dentro per non ridursi a mero bene di consumo. Il cinema può distrarre, … Continua a leggere

Il cinema che “ricostruisce le coscienze”

“Così come un certo cinema del passato partecipò alla ricostruzione di un paese che usciva malmesso dalla guerra”, scrive il regista Alessandro D’Alatri, “il cinema di oggi deve partecipare alla ricostruzione delle coscienze”. Film come Gomorra di Matteo Garrone, o Una scomoda verità di Al Gore sono esempi di come il cinema possa influire sulla realtà, creando una consapevolezza di … Continua a leggere

Il cinema come azione sociale: la testimonianza del regista Alessandro D’Alatri

Alessandro D’Alatri racconta ad A voi comunicare la sua esperienza di regista e il ruolo del cinema come mezzo per conciliare le differenze culturali. “Faccio cinema per amore. Solo per quello. Credo che fare cinema oggi sia abbandonare l’essere autori, registi, sceneggiatori, produttori, per tornare a essere cittadini, testimoni di un quotidiano da migliorare nel bene collettivo. Un amore da costruire, da … Continua a leggere

Coltiva una buona vita, crescerà la civiltà

“Coltiva una vita buona, crescerà la civiltà”: è uno dei tanti commenti, quello di Paolo, lasciati alla videointervista di Bob Geldof. Bob Geldof ci ha ricordato che alcuni dei valori per i quali i Paesi poveri sono in lotta sono da noi quasi dimenticati. La nostra società produce benessere materiale, alti consumi e uno stile di vita frenetico. Ma sono … Continua a leggere

Gli immigrati, forza e freschezza del nostro Paese

Lo scorso 13 novembre il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in un incontro con i nuovi cittadini italiani, ha parlato di immigrazione. “Gli immigrati sono un fattore di forza e freschezza per il Paese”, ha sostenuto Napolitano, chiedendo per loro “elementari diritti umani che non possono conoscere barriere”. Il Presidente della Repubblica ha poi invocato una convivenza più pacifica, ma … Continua a leggere

Paesi, culture e persone diverse. Com’è la terra vista dal mare? Un punto di vista privilegiato, una visione lucida e distaccata o una fuga dalla realtà?

Cambiare prospettiva fa sempre bene. Soprattutto in mezzo al mare su una piccola barca che rappresenta un piccolo mondo a sé. Si scopre presto che si può vivere benissimo con le poche cose che si hanno a disposizione. Si impara che l’energia e l’acqua sono beni preziosi e come tali vanno trattati; e che con un sacco di riso integrale … Continua a leggere

Lottiamo con China contro i bambini soldato?

Si stima che nel mondo circa 300.000 ragazzi, al di sotto dei 18 anni, siano stati costretti a diventare bambini-soldato. La maggioranza ha 10-18 anni. Di fronte alla testimonianza del sofferto passato di coraggio e di violenza da bambina soldato di China è stata inizialmente la sensazione di impotenza ad avere il sopravvento. China ci invita tutti a “lottare: alzare … Continua a leggere

La malavita minorile

Gli abusi, gli sfruttamenti e le punizioni sui minori sono un tipo terribile di violenza, ma purtroppo non l’unico. Altre pressioni possono strappare un bambino alla sua età. In Italia, per esempio, la malavita organizzata recluta ragazzi sempre più giovani per i propri traffici illegali, strappandoli alla scuola e al normale percorso formativo. Per molti giovani entrare nelle organizzazioni criminali … Continua a leggere

“Minori: un mondo di violenza e di sfruttamento?”

“Minori: un mondo di violenza e di sfruttamento?” E se ribaltassimo la domanda? Ovvero: “Adulti: un mondo di violenza e di sfruttamento?” Esiste un mondo di adulti che guarda ai bambini e agli adolescenti non come a persone portatrici di diritti sin dalla nascita, anzi, fin dal concepimento; non come a persone, da accogliere, amare, educare e far crescere, bensì … Continua a leggere

Barack Obama, “questa è la vostra vittoria”

È successo veramente. Barack Obama è il quarantaquattresimo presidente degli Stati Uniti. “Il cambiamento è arrivato in America. Questa è la vostra vittoria”, ha detto il primo presidente statunitense di colore alla folla acclamante di Chicago. Il mondo festeggia la sua elezione, perché Barack Obama è figlio del dialogo tra culture e religioni. Noi tutti speriamo sia un portatore di … Continua a leggere