La violenza tra i giovani. I valori e gli ideali delle nuove generazioni

Attoniti, sgomenti, increduli. Ecco come ci ritroviamo di fronte a fatti di cronaca che hanno per protagonisti i giovani. Non si può far finta di niente. Bisogna interrogarsi. Perché? Perché i giovani di oggi, quando ancora non è subentrata l’età dell’adolescenza, hanno già fatto tutte le esperienze possibili e immaginabili, spesso negative. Cerchiamo qualcuno a cui attribuire la colpa: i … Continua a leggere

Essere genitori: un ruolo sempre più difficile e carico di responsabilità

Quattro giovani, tra i 20 e i 21 anni, per puro divertimento hanno dato fuoco a un clochard mentre riposava su una panchina. Questo è un recente fatto di cronaca che ci porta a riflettere sulla violenza, sempre più diffusa tra i più giovani. Questi ragazzi non sono più adolescenti, ma è come se lo fossero. Si rifiutano di crescere. … Continua a leggere

I diritti dei più deboli: donne, bambini, anziani, emarginati

La violenza di genere: la violenza su donne e bambini, su chi è indifeso. Una violenza che è ritenuta una violazione dei diritti umani. Oggi sono proprio i più deboli che subiscono soprusi, gli stessi che vengono meno tutelati dalle leggi. Da diverse ricerche emerge che la violenza di genere si esprime su donne e minori in vari modi e … Continua a leggere

L’infanzia negata in Africa. Una speranza all’orizzonte contro lo sfruttamento minorile

Non deve essere facile essere bambini in certe zone dell’Africa. Sì, perché in gran parte di quel continente ai più piccoli è tuttora negata un’infanzia e lo sfruttamento minorile – dal lavoro nei campi all’orrore dello sfruttamento chirurgico o sessuale, fino al fenomeno dei bambini-soldato – è all’ordine del giorno, tacitamente accettato dalla società come un male necessario. La storia … Continua a leggere

Da oggi AvoiComunicare è ancora più vostro

Su AvoiComunicare vi siete confrontati, scambiati idee, avete condiviso opinioni e pensieri. Da oggi sarete ancora più protagonisti perché sarete voi ad aprire la discussione con i vostri post e a condurla, con le vostre segnalazioni e, naturalmente, con i vostri commenti. Adesso avete un’opportunità in più di raccontare da protagonisti le vostre emozioni, esperienze, pensieri, tutto ciò che volete … Continua a leggere

Si rinnova la community della solidarietà online

Cari amici di AvoiComunicare, nel corso di questi mesi di dialogo e di confronto avete manifestato in più occasioni il vostro interesse verso tematiche di solidarietà. Da oggi avete uno spazio completamente rinnovato per dare concretezza ai vostri pensieri: TrovaNOPROFIT, punto di incontro online di chi offre, chi cerca e chi sostiene la solidarietà, cambia pelle, senza però mutare la … Continua a leggere

Essere o apparire?

“Spesso oggi apparire è più importante che essere proprio perché la maggioranza lo pensa”: questo il commento di Massimo al post “Perché siamo tanto vanitosi”. Se fino a poco tempo fa la vanità era individuale e riguardava il singolo, ora il fenomeno si sta estendendo alla società intera. Si è arrivati al paradosso che è necessario apparire per essere. Perché, … Continua a leggere

La vanità al potere

“Vi sarebbe un modo per risolvere tutti i problemi economici: basterebbe tassare la vanità.” La citazione è del regista francese Jacques Tati, ma servirebbe bene a illustrare la puntata de L’Infedele di Gad Lerner di ieri. Tra gli ospiti c’era chi, come la giornalista Maria Laura Rodotà, considera la vanità uno dei vizi dei nostri tempi. Altri, come il filosofo Gianni … Continua a leggere

Perchè siamo tanto vanitosi?

Davvero la superbia dell’apparire fortunati, belli, seduttori e maestri del buon gusto è l’unica molla che ci è rimasta per sentirci “qualcuno”? Lunedì 15 dicembre su La7 dedico l’ultima puntata pre-natalizia de “L’Infedele” al business formidabile che viene alimentato da questo bisogno sempre più diffuso. Qualcosa di più e di diverso dall’antico vizio della superbia. Pare infatti che il potere, … Continua a leggere

Chi e che cosa determinano il merito di un ricercatore italiano?

Partendo dal presupposto che ritengo che il merito premi, premi anche in Italia e premi anche nella ricerca italiana, penso sia importante capire chi e che cosa determinino il merito di un ricercatore. Secondo me ci sono 4 “sostanze” che vanno a creare un merito: PATRIMONIO GENETICO Dai nostri geni non scappiamo. L’imprinting genetico di ogni individuo credo sia fondamentale … Continua a leggere