L’eco-sostenibilità inizia dal cellulare?

3112160851_ae8c9dd6b9_m.jpgL’introduzione del telefono cellulare ha cambiato lo stile di vita di molte persone.
Buona parte degli italiani ne possiede uno e, alle volte, addirittura due. È diventato un oggetto indispensabile, una sorta di appendice dell’io.
Abbellito con ciondoli, arricchito con suonerie personalizzate, ormai può sostituire anche il lettore mp3 e permetterci di rimanere sempre collegati a Internet, in mobilità.
Sembra non ci sia più nulla da inventare, che i telefonini siano full optional e forse anche un po’ superati. E infatti molte aziende si stanno spostando verso delle scelte ecologiche e sostenibili, piuttosto che verso una tecnologia più avanzata.
All’ultimo Mobile World Congress, che si è svolto a Barcellona dal 16 al 19 febbraio 2009, sono stati presentati molti modelli di telefoni eco-sostenibili, alimentati a energia solare e realizzati in plastica riciclata.
Molte sono le comodità che questo oggetto offre, ma sarà questa la strada che tutti intraprenderanno?
Sarà possibile, partendo dal cellulare, arrivare a una vita completamente eco-sostenibile?

 Foto di Moirabot

L’eco-sostenibilità inizia dal cellulare?ultima modifica: 2009-02-25T11:16:00+00:00da avoicomunicare
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “L’eco-sostenibilità inizia dal cellulare?

  1. Secondo me sì, si può partire anche dai cellulari: è dalle piccole cose che si inizia a acquisire la consapevolezza che anche noi possiamo e dobbiamo fare la nostra parte.

    Inoltre chi offre beni e servizi, nel nostro caso i produttori di cellulari, si rende conto che noi utenti siamo sensibili all’ambiente e non può fare altro che aumentare l’offerta con queste caratteristiche eco-sostenibili.

  2. Le scelte ecologiche e sostenibili sono sicuramente da preferire, anche a scapito di scelte più economiche, magari. Poiché il prezzo da pagare in termini differenti riguarda la salute della terra e dei suoi abitanti. In poco più di duecento anni abbiamo fatto danni, pare, irreversibili, non valutando i rischi del nostro comportamento. Per certe persone pare che questo non sia un loro problema. Concedetemi un escursus. Ricordo una trasmissione di denuncia per l’inquinamento delle falde acquifere, in cui un inquinatore minacciò l’operatore televisivo, continuando poi a fare l’operazione dolosa. Nessuno fece più niente. Nessuno denunciò questa persona. O, per lo meno non ne avemmo notizia.
    Voglio dire, che se non si tiene conto delle conseguenze delle proprie azioni sulla salute personale e pubblica, poi se ne pagano le conseguenze.
    Ben vengano i cellulari di ultima generazione eco-sostenibili.
    Attenzione all’uso smodato di tale mezzo, a volte, anch’io non ne sono immune, si utilizza proprio a sproposito. Comunque è indubbio che i pro siano maggiori dei contro. Inoltre, la tecnologia avanza velocissimamente il riciclaggio dei vecchi telefonini sarebbe proprio un auspicio per non trovarsi scarti esagerati.
    Riciclaggio è anche dare il telefonino dismesso a un parente che non ha necessità di servizi utili per il lavoro. In famiglia so che si fa e nell’Industria?
    BUONA VITA!
    Maria Giovanna

Lascia un commento