La domotica: il futuro della casa ecosostenibile?

2752090762_c5bf0e7927_m.jpgLa “casa intelligente” è l’ultima frontiera dell’ecosostenibilità: adattare la casa ai cambiamenti climatici, anche minimi, renderla reattiva nei confronti dell’esterno e dell’interno, renderla pensante, avanzata, ma allo stesso tempo semplice e fruibile da tutti.

Un futuro prossimo dove un maggiore utilizzo della tecnologia faciliti la vita quotidiana e al tempo stesso la renda più sostenibile, meno invasiva e più fruibile.

Si può prospettare un futuro più sostenibile partendo dalle nostre case e dall’integrazione sempre maggiore della tecnologia o i nostri sentimenti sono ancora vicini al futuro dominato dalle tecnologie negative, come ritratto da Isaac Asimov in Io, robot?


Foto di Onilad

La domotica: il futuro della casa ecosostenibile?ultima modifica: 2009-03-03T10:30:00+00:00da avoicomunicare
Reposta per primo quest’articolo

13 pensieri su “La domotica: il futuro della casa ecosostenibile?

  1. ci sarebbe da scrivere tantissimo , ma per mie ragioni personali , non posso trattenermi troppo al pc … per cui scriverò ciò che penso poco per volta .

    io a casa ho un piccolo sistema domotico , installato da mio marito , esperto del settore , che ha usato la nostra casa come ” banco di prova ” ; a mia volta lo seguo mei vari meeting che si svolgono su quest’argomento , che mi affascina , inutile dirlo , ma mi inquieta non poco … ci arriverò piano piano a spiegarvi il perchè!

    due parole sulla domotica .
    attraverso un server si può ottenere , in pratica , un controllo totale della propria abitazione .
    tramite pc , cellulare o telefono fisso si ottiene comfort , sicureza , controllo , comunicazione e soprattutto risparmio energetico .
    grazie all’alimentazione a bassa tensione si hanno anche ridotti livelli di emissioni elettromagnetiche.
    si risparmia sui conduttori ( passa tutto in un doppino twistato!).
    l’impianto cosiddetto BUS , si sostituisce alle apparecchiature tradizionali , si utilizzano dispositivi che si scambiano informazioni tra loro , cosiddetti ” intelligenti ” .

    io a casa mia possiedo un sistema antifurto , le automazioni , la termoregolazione , la gestione energetica ,il videocontollo .
    è tutto bellissimo…. ma ….

    quante domande mi faccio ogni volta che premo il telecomando che contemporaneamente mi apre il cancello , accende le luci del giardino ( naturalmente irrigato al bisogno tramite timer e sensori !), mi apre la porta di casa , trovo la luce accesa , soffusa come la voglio io , la temperatura ottimale che ho deciso io ….

    le domande , le riflessioni meglio , sono tante , tantissime .
    le accenno solo , mi riprometto di scrivere più a fondo le prossime volte .
    – saremo in grado di controllare le continue evoluzioni della domotica ?
    – è giusto , moralmente ed eticamente che io , noi , abbiamo tutto questo , mentre ci sono 40.000 bambini ogni gg che muoiono di fame ?

    alla prossima volta
    un saluto
    Lucia 04-03-09 16.10

  2. Le riflessioni e i dubbi di Lucia sono legittimi. Non è rinunciando a questo, però che si aiutano i 40.000. Anzi una minor utilizzazione delle risorse e un inferiore grado emissioni dannose nell’atmosfera, dovrebbero consentire, anche a loro di aver una vita migliore sulla terra. Sarebbe più opportuno, invece, progettare con loro e rispettando le loro tradizioni e costumi, aiutarli a rendere, di nuovo vivibili le loro terre. Di nuovo coltivabili per sfamarli veramente, i loro campi e tutto quello che ne concerne. Io non credo che questa povera gente si sia voluta trovare nella situazione in cui è. Credo piuttosto che l’egoismo dell’occidente e dei loro stessi capi, approfittatori, abbia compiuto un genocidio peggiore di qualsiasi altra strage cruenta, proprio perché questa è più crudele e lenta e invocata in nome del nulla, del superfluo. Altra cosa è voler rigenerare l’atmosfera terreste ed emettere minor elettromagnetismo.
    Della domotica conosco poco, ma tutto quello che riguarda la salvezza della terra m’interessa. Il bene comune m’interessa. Non riesco più a sopportare chi fa finta di non vedere, chi rinnega la verità. Per questo mi sono dilungata qui sopra. Ho rivisto di recente una mail, votato come il migliore del 2008, in cui si alternano i privilegi degli occidentali e le privazioni degli africani. Scene raccapriccianti, come un bambino che gioca con un teschio, confrontate con un ragazzino che gioca a un video game. Altre strazianti come un ragazzino, ormai scheletrico che dorme per terra e dall’altra parte una bella bambina sorride, nel suo candido e confortevole lettino. E via così tutte le situazioni presentate portano didascalie che confrontano una situazione occidentale, diciamo così, di benessere, vissuta con noia o senza dare la giusta importanza; contro il diametralmente opposto sistema di “vivere” dell’altro emisfero. E non venite a dirmi che quella è il loro costume, la loro storia. Un accidenti! È l’egoismo dei potenti e la stupidità incosciente di chi provoca, guerre e fame per il proprio benessere e, come ho già detto, la cupidigia.
    Vorrei proprio lo vedeste questo mail. Non so come farvelo trovare, però, io l’ho trasmesso a tutti quelli che ho potuto. La redazione mi dice che non ha modo di presentarlo, per via dei diritti. Perciò se lo volete vi do il mio indirizzo mail: annagio@originalmindback.it.
    Non centra niente con l’ecologia e la domotica, ma … potrebbe centrare?!
    A VOI TUTTI: BUONA VITA!
    Maria Giovanna

  3. Tu sai Giovanna ,e adesso lo scrivo a tutti , che ho visionato la mail che mi hai inviato : mi sono vergognata di possedere tutto quello che ho !
    Prego tutti di vederle quelle immagini , con attenzione e poi … fermarsi qualche secondo a riflettere .
    A volte , quasi sempre le immagini ci fanno entrare dentro i problemi più di mille parole .

    Tutto quello che ho riassunto sulla domotica nel mio precedente commento , ben vengano , l’evoluzione della tecnologia ben venga , e con ciò il rispetto per l’ambiente , dell’ecosistema , del pianeta, della Terra.

    Ma cos’è la Terra ?
    Un pianeta , la sua flora e la sua fauna , la sua atmosfera , tutto ciò che la compone .
    Ma tra gli elementi che compongono il Sistema Terra vi è im primis l’UOMO.

    Come si può accettare quel raffronto che si vede nelle immagini proposte da Giovanna e in altre che trovate facilmente in rete digitando per esempio ” immagini su fame nel mondo “… provate …

    E’ semplicemente allucinante che si cerchi di studiare la “casa ecocompatibile” , così come anche l’auto a idrogeno , il telefonino di nuova generazione etc… ripeto tutto sacrosanto e giusto , senza però pensare che gli uomini che dovrebbero fruire di queste nuove frontiere delle scienza sono anche rappresentati dagli scheletri viventi con l’addome batraciano , le ossa baracollanti , la lacrime agli occhi , bambini di pochi anni o mesi che muoiono di fame e sete , divorati dalle mosche , sotter rati in una fossa da una madre che magari dopo pochi gg compirà lo stesso pietoso gesto nei confronti di un’altro dei suoi figli … morti per inedia .

    Noi “occidentali” , ipealimentati , ricchi , con le case domotiche , le auto di lusso , le vacanze … la nostra corsa al meglio , sempre e in ogni situazione … le nostre spese folli in armamenti , eserciti ,le nostre utopie (o speranze ) di un pianeta migliore …

    Ci rendiamo conto che stiamo trasformando parte del pianeta Terra in un lager ?

    Cosa fanno l’ONU e la FAO , oltre che riunirsi e parlare , parlare , bla , bla …

    Che interessi ci sono (dalle case farmaceutiche alle multinazionali )dietro il muro di fame e malattie che attanagliano parte del popolo della Terra ?
    Malattie : il dilemma tra salute e profitto ;l’AIDS endemico nel terzo mondo dove si trovano il 90% dei malati…. è un’ecatombe .

    Allora .

    Continuiamo a studiare domotica e biocompatibilità .

    Ma per prima cosa come PRIORITA’ assoluta ci sarebbe da risolvere il problema della netta distinzione tra chi vive e chi muore (per fame )!!!

    Tutti noi possiamo fare qualcosa ( io adesso stò scrivendo queste cose allucinanti ), ho adottato 4 bambini a distanza , aiuto i nostri poveri come posso (e anche da noi ci sono condizioni di miseria materiale e umana assurde !!).

    Tutti dobbiamo fare qualcosa !!
    E’ un nostro dovere !!

    Se ci consideriamo civili , non dovremmo accettare ciò che succede in Africa e in Asia (ma anche in altre regioni sottosviluppate ).

    E i “potenti “?
    E i Governi ?
    Cosa fanno ?
    BLA BLA BLA

    Se oguuno di noi , abitanti della Terra , avesse una vita dignitosa e la possibilità di mangiare, lavarsi , curarsi , studiare , dormire sotto un tetto , vestirsi ….allora si che ogni volta che premo il tasto del mio telecomando non avrei quei sensi di colpa che mi fanno sembrare un verme,un omicida indiretto …

    Anche adesso … pensateci solo un attimo , io comunico con voi attraverso un portatile , ascolto Borodin , sono al caldo , ho cenato , ho preso i miei farmaci contro il dolore e gli antitumorali … mio figlio dorme tra trapunte colorate e pupazzi, anche io tra pochi minuti andrò in camera , materasso , piumone .
    Domani sarà una giornata impegnativa per tutti : mio marito al lavoro fuori sede , mio figlio a scuola dalle 8.30 fino alle 18 (laboratori di teatro e di Habitat inclusi ) poi in palestra di karate, io sono in DH per la flebo di chemio , la consulenza , gli esami , avrò come minimo 8 medici a mia disposizione tutto il gg …
    Giornata pesante !
    Anche adesso in qualche luogo ,lontano ci sarà qualcuno ancora sveglio , per i morsi della fame o per i dolori dovuti a una banale malattia ( qui da noi banale , li mortale !), sarà dentro una capanna sudicia se è fortunato ad averne una .
    Domani mattina in un giaciglio sporco di terra si sveglierà un bambino… il suo papà sarà in giro a cercare qualche cosa da mangiare , la sua mamma magari starà cercando acqua , quando torneranno lui starà piangendo dai dolori , per il ventre gonfio e per la mancanza di cibo ,nella migliore delle ipotesi , nella peggiore diventerà un altro piccolo angelo da seppellire assieme ai fratellini …
    Giornata pesante !

    Lucia 06-02-09 h0.30

  4. Sono d’accordo con te Lucia. Tutto quello che ho scritto era riferito a questo concetto, ma se i nostri interlocutori di questo Blog vedessero quelle fotografie, che anche tu hai visionato, capirebbero meglio cosa vogliamo dire entrembe.
    BUONA VITA!
    Maria Giovanna

  5. Lucia e Maria Giovanna, avete ragione ad indignarvi; mi unisco anch’io al vostro grido, anche se l’argomento scelto dalla maggior parte dei votanti si riferisce alla salvaguardia dell’ambiente. io ritengo che si dovrebbe, innanzitutto,salvaguardare la vita di tutti gli abitanti di questa terra, fornendo cibo e cure, e dopo pensare alla domotica.

  6. A completamento di quanto già scritto vi invio il sito da cui trarre il mail in questione. Un amico è riuscito a trovarlo. Non posso che girarvelo:
    http://www.slideshare.net/sergiocchio/votato-come-la-migliore-mail-dellanno-presentation
    Resta inteso che questo richiamo non è per denigrare il progresso ma, per incanalarlo, magari cercando con i proventi e/o i risparmi di aiutare il terzo mondo. Altra cosa lodevole sarebbe quella di annullare il debito. Se ne era parlato … Ci sono state delle iniziative di artisti vari … Poi il nulla!
    Guardate il mail e poi ci direte cosa ne pensate. Non voglio entrare come un Bulldozer nelle vostre vite ma, qualcuno l’ha fatto tanto tempo fa in Africa e lo fa tutt’ora.
    BUONA VITA ALL’AFRICA E A TUTTI VOI.
    Maria Giovanna
    6 marzo 2009-03-06
    @ Ai Ling: dove sei? Come ti contatto su good morning?

  7. Nell’era dei calcolatori , un uomo ,l’unico , sa risolvere moltiplicazioni , divisioni e radici quadrate usando carta e penna .
    E’ l’unico uomo che riesce a sostituire un calcolatore !

    E’ lo spunto della trama di “Nove volte sette ” di Isaac Asimov.
    Leggetelo se potete , è un brevissimo racconto raccolto in “Io ,Robot ” , a cui accenna la Redazione nell’introduzione di questo Post.
    A proposito , sono in totale disaccordo con la Redazione , quando descrive il futuro ritratto da Asimov “dominato da tecnologie negative “.
    Non è assolutamente vero !
    La chiave di lettura di tutta l’Opera di Asimov è un’altra … ma mi fermo così …non stiamo dibattendo di letteratura , anche se devo ammettere che in molte occasioni ho “usato “io stessa Asimov( Gaia , per esempio).

    Asimov con “Nove volte sette ” ci propone tanti spunti di riflessione.

    L’uomo costruttore dei calcolatori/computer/Robot ( per brevità userò solo il termine Robot , che deriva da un termine slovacco che significa schiavo ),senza l’aiuto del Robot arriva a non saper fare più nulla da solo , con le proprie mani , con il proprio cervello .
    Cosa succederebbe in un mondo dove tutto è regolato dai Robot , se per un qualunque motivo gli stessi smettessero di funzionare ?
    Una catastrofe !
    Forse l’umanità non sopravviverebbe !

    Nel mio primo intervento su questo Post , ho espresso due domande .
    Alla seconda ho già dato la mia personale risposta .
    Alla prima “saremo in grado di controllare le continue evoluzioni della domotica ?”
    Rispondo ora .

    Oggi , nel 2009 , molti dei nostri ragazzi non sono capaci di risolvere una semplice operazione matematica senza l’ausilio della calcolatrice .
    E’ sconcertante !
    Se si va avanti così finiamo davvero come nel racconto di Isaac Asimov!

    Nel mio primo intervento vi ho descritto per sommi capi la mia casa ,dove è presente un piccolo sistema domotico .
    Supponete per un attimo che dovesse interrompersi l’erogazione di energia elettrica … non potrei aprire il cancello .Se anche (impossibile !!!) scavalcassi il muro di cinta non potrei entrare a casa per via del sistema antifurto … e della serratura elettrica .
    E’ successo davvero , alcuni anni fa , allora si è ovviato al problema modificando l’alimentazione di questi sistemi e fornendoli di una batteria che si attiva al bisogno .
    Ok , tutto bene ? No !
    Le batterie si scaricano e non lo puoi prevedere !
    Altra volta chiusa fuori casa !
    Il ricorso all’UPS è stato allora d’obbligo .
    Bene …non proprio , visto che anche i gruppi di continuità a volte si guastano !
    Altra volta chiusa dentro casa !

    Direte … “che jella !” .
    Verissimo !
    E’ successo sempre quando mio marito era fuori per lavoro …lo aspettavo da mamma , sinchè tornava e sistemato il tutto potevo rientrare a casa …lo aspettavo dentro casa senza poter uscire sin quando arrivava a liberarmi (alla faccia degli impegni !).

    Ora è tutto a posto .
    Sono state previste e risolte tutte le eventuali difficoltà che potrebbero nascere e va effettivamente molto meglio .

    Però…

    Alcune volte ho nostalgia dei vecchi cancelli pesanti spinti a mano , delle chiavi e delle serrature .

    Altre volte penso che mi stò abituando così tanto a queste comodità che immagino quanto sarebbe per lo meno scomodo e antipatico tornare indietro .

    Vi saluto , stasera sono ironica … ma giuro che è tutto vero !
    A presto.

    Lucia
    06-03-09 h 22.30

  8. Le slide pubblicate sono inquietanti, davvero ti lasciano senza parole! Putroppo che ci sia gente che sia meno fortunata di noi è un dato di fatto, una realtà…ma è nostro compito migliorare il mondo in cui viviamo e in cui siamo nati e fare in modo che sia vivibile anche per il futuro dei nostri figli. se la domotica servisse a non inquinare, a rendere tutto più funzionale, ad evitare gli sprechi, a contenere l’effetto sull’aria e la terra allora io sono d’accordo che si usi e che se ne diffonda l’uso

  9. Sono d’accordo con Raffaella e, del resto l’ho già espresso. Solo l’effetto benefico sul mondo tutto può dare un senso vero alla domotica. Ma temo che sarà, come del resto già è, un ennesimo privilegio, che tarderà a essere usufruito da coloro che non hanno i mezzi per ottenerne i servizi. Chissà?
    Meglio comunque che gli studi e le ricerche si orientino in questo senso piuttosto che solo all’estetica e all’opulenza, nel mondo ce n’è già troppa.
    Staremo a vedere. Io voglio esserci. (Affermazione specifica)
    BUONA VITA A TUTTI !
    Maria Giovanna

  10. Rivolgo a tutti una domanda .
    Stiamo già affrontando anche se non ufficialmente il tema Ambiente e sviluppo sostenibile .
    Dove sono i commenti di tutti coloro che hanno votato e espresso i micro-commenti in sede di sondaggio ?
    Saluti
    Lucia h20.20 08-03-09

Lascia un commento